giovedì 11 febbraio 2010

Io, un gomitolo e un uncinetto: ora ricordo perchè avevo smesso...

Come promesso, ecco i miei miseri tentativi di re-inizio dell'uncinetto dopo circa 15 anni di abbandono, e ne ho quasi 26…

Iniziamo con i miei due gomitoli (per ora gli unici, appena miglioro un pochino aggiungerò altri colori e formati):

Visto che quello blu avevo cominciato a lavorarlo con i ferri, e che mi ero scoraggiata alquanto perché non riuscivo ad avviare le maglie, ho deciso di passare all'uncinetto e al gomitolo beige, perché invece come si fa la catenella di base me lo ricordavo, e quindi ho iniziato a uncinettare a maglia bassa, con il fermo proposito (ehm...) di fare una striscia lunghina e strettina da cucire in tondo per fare una fascia per i capelli perennemente arruffati delle mie bimbe. Parto dal lato corto, per giostrarmi bene con la lunghezza. Primi tre giri:

Dopodiché al quarto la forma era inesorabilmente diventata trapezoidale, quindi assolutamente inadatta allo scopo. Cambio di destinazione: messa doppia per il lungo, cucita a lato e al centro diventa un unisciferri (tipico termine tecnico della maglieria mondiale, no?):

Visto che nel frattempo le maglie sui ferri non avevano voglia di avviarsi, getto la spugna (anzi, il gomitolo) e passo a uncinettare quello blu.
Secondo tentativo di fascia per capelli, ma stavolta partendo dal lato lungo, pensando che così se in tre giri diventa leggermente trapezoidale non fa nulla, lo aggiusto in qualche maniera cucendo alla fine.
Primo tentativo in blu, dopo due giri di maglia bassa:

Secondo cambio di uso, sempre destinazione attrezzatura varia; stavolta l'arrotolametro da sarta (altro tipico termine tecnico della sartoria mondiale, giusto?)

Non demordo, ricomincio, e stavolta con catenella più lunga, quasi sull'orlo della disperazione. Foto del terzo tentativo di fascia per capelli pro bimbe (se siete deboli di cuore interrompete la lettura, è un consiglio spassionato):



?!?!?
=-O
Ebbene si, avete visto bene: E' UNA PALLINA ALL'UNCINETTO, UNA SFERA IN TRE DIMENSIONI!!! (Alla fine l'ho anche imbottita con l'ovatta…)

Conclusione: mica potevo buttarla via, e quindi, via col montaggio:
Mi consolo col pensiero che erano tre mesi che mi serviva un portachiavi…
Ripasso al beige, sempre uncinettando, e parto con un giro di maglia bassissima che viene perfetto, neanche una piega (1a foto);
Vado di maglia bassa, cominciamo a imbarcarci (2a foto);
Seconda maglia bassa, porca miseria andiamo peggiorando (3a foto);
Terza maglia bassa, è ufficiale, l' uncinetto mi odiaaaaaa!!!! (4a foto)

Ok, ho capito, mi butto sui ferri, tanto sono riuscita ad avviare le maglie, cicca cicca cicca! (Lo sfottò era per l'uncinetto, in qualche modo dovrò sfogarmi, no? ;-) )

Le mie prime esperienze in assoluto con la maglia ve le racconto domani, fortunatamente sono testarda più di un mulo...
Un abbraccio
Marilù